Femminicidio sventato dalla Questura di Udine, arrestato l’uomo che fornì l’arma

E' finito agli arresti domiciliari l'uomo che 15 giorni fa ha fornito la Beretta calibro 22 al 31 pakistano che intendeva uccidere la sua ragazza e l'amante.
Hubert Londero
loading...

Femminicidio sventato dalla squadra mobile della Questura di Udine, ai domiciliari l’uomo che ha fornito la pistola. Lo ha disposto nei giorni scorsi il gip del capoluogo friulano nei confronti di un cittadino italiano residente in provincia.

Il primo marzo, l’uomo consegnò una Beretta 75 calibro 22 a un cittadino pakistano di 31 anni, intenzionato a usarla contro quella che riteneva la sua ragazza e un altro uomo, dopo aver visto un filmato nel quale i due avevano un rapporto sessuale. A suo dire, la coppia aveva infangato la sua reputazione. Così aveva contattato l’italiano e chiesto di vendergli l’arma, appartenuta a un suo congiunto e non denunciata.

Lo straniero era però intercettato per altri reati dalla polizia che è venuta a conoscenza delle sue intenzioni. Quindici giorni fa, subito dopo la cessione della pistola, gli uomini della Questura lo hanno fermato e arrestato al casello autostradale di Udine sud con l’arma nascosta nella tasca della giacca.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia