Flat tax al 15% ottima per i possessori di partita Iva, meno per i commercialisti

L’avvento della flat tax da una parte ha semplificato la vita e soprattutto pesa di meno sulle tasche dei contribuenti dall’altro ha fatto diminuire i volumi ai commercialisti. A conferma ...
Daniele Paroni

L’avvento della flat tax da una parte ha semplificato la vita e soprattutto pesa di meno sulle tasche dei contribuenti dall’altro ha fatto diminuire i volumi ai commercialisti. A conferma questa tendenza il presidente dell’ordine di categoria Alberto Camilotti che spiega come l’introduzione del regime fiscale agevolato abbia fatto diminuire drasticamente il volume di carte e cioè fatture di vendita o di acquisto, anche perché chi aderisce a questo sistema non è obbligato alla tenuta dei registri fiscali.

Quindi meno registrazioni e meno costi per le imprese che solo in provincia di Udine hanno a disposizione 800 commercialisti, 2mila in tutta le regione. Per le partite iva c’è la possibilità di sviluppare volumi sino a 65mila euro versando il 15% di imposte sul 78% dei ricavi. In questo modo si dribbla il vecchio sistema e l’imposizione fiscale che era divisa per scaglioni dal 23% al 43% con l’obbligo di versamento dell’IVA e tutta una serie di cavilli che volevano dire costi i contribuenti e fatturato per gli studi di contabilità.

“Molte imprese – spiega Camilotti – che prima potevano sviluppare un fatturato sino a 30mila euro, ora sono migrate nell’orbita flat tax, con una riduzione dei volumi di lavoro per la nostra categoria ma che comunque può contare su altre competenze, ma soprattutto concentrando l’attenzione su grosse imprese e che continuano a mantenere il vecchio sistema di contabilità. In ogni caso il nostro intervento può sempre servire anche perché il Confermo che l’appeal della nostra professione incontra sempre di meno il favore delle nuove generazioni. Se qualche anno fa le iscrizioni avevano numeri importanti, ultimamente si è ridotta a 8-10 accessi all’anno”.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia