Friuli Occidentale, salvati 4 turisti sul greto del Tagliamento

Le forti piogge sono cessate e non si registrano particolari criticità
Daniele Micheluz
loading...

I fiumi sono sotto controllo nel Friuli Occidentale: Tagliamento, Livenza, Meduna e Noncello sono ingrossati ma non fanno paura. La Protezione civile le amministrazioni hanno tenuto monitorata la situazione tutta la notte. Solo il Livenza aveva superato i livelli di guardia, ma in mattinata le piogge sono cessate e non si registrano particolari emergenze. Anche il Noncello scorre lento e scuro ma in città si è visto ben di peggio. Il pericolo pare alle spalle.

Qualche disagio in più nella zona montane con caduta alberi sulla SP22 a Clauzetto e nella zona industriale di Casiacco di Vito d’Asio. A Sesto al Reghena è caduto un palo della luce. Se la sono vista invece brutta quattro turisti, ignari dell’allerta rossa, presenti nella Destra Tagliamento e soccorsi nella notte dei Vigili Fuoco del comando di Pordenone. Due belgi provenienti dall’Austria sono rimasti bloccati con il camper a Pinzano al Tagliamento nel greto del fiume attorno alle 2 di notte.

L’acqua si stava alzando pericolosamente quando sono intervenuti i pompieri con la squadra di Spilimbergo con tre mezzi fuoristrada con battelli a seguito e sette Soccorritori fluviali alluvionali, che con il gommone di tipo rafting si sono addentrati nella boscaglia, raggiungendo il camper e recuperando le due persone, infreddolite e spaventate, ma in buone condizioni di salute. Attorno alle 6 due turisti tedeschi sono rimasti bloccati sul greto del Tagliamento a Valvasone portati in salvo con l’elicottero regionale e poi condotti, senza gravi conseguenze, all’ospedale di San Vito al Tagliamento.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia