Home / News / Friuli Venezia Giulia: sabato in giallo, domenica in zona arancione

Friuli Venezia Giulia: sabato in giallo, domenica in zona arancione

Le nuove restrizioni scatteranno dalla mezzanotte di sabato. Dal 17 gennaio tre quarti dell'Italia non sarà più in zona gialla

Domani sarà l’ultimo giorno in zona gialla per il Friuli Venezia Giulia, che da domenica passerà in fascia arancione. Il ministro della Salute Roberto Speranza in serta firmerà l'ordinanza che assegna i nuovi colori alle Regioni, dopo il report settimanale dell’Istituto superiore di sanità.

A passare in zona arancione, oltre al Friuli Venezia Giulia, sono Abruzzo, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d’Aosta. Restano in fascia arancione Veneto, Calabria ed Emilia Romagna. In zona rossa, invece, ci saranno la provincia di Bolzano, la Lombardia e la Sicilia. Restano in zona gialla Basilicata, Campania, Molise, Sardegna, Toscana e la provincia autonoma di Trento. Mentre restano in zona arancione Calabria, Emilia-Romagna e Veneto.

Le principali misure

Gli impianti da sci rimangono chiusi fino al 15 febbraio, palestre, piscine e cinema fino al 5 marzo. I musei potranno aprire dal lunedì al venerdì ma solo in fascia gialla. Confermato lo stop all'asporto - solo nei bar - dalle 18. Rimane anche il coprifuoco dalle 22 alle 5 e l’obbligo di mascherina all’aperto e al chiuso. 

Accanto al nuovo Dpcm, è stato varato mercoledì sera dal Consiglio dei Ministri il decreto-legge 'Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19', che proroga al 30 aprile lo stato di emergenza.

Tra le principali novità, presentate da Speranza alle Camere, lo stop agli spostamenti tra Regioni fino al 15 febbraio (con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute e il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione).

​Dal 16 gennaio e fino al 5 marzo è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi per andare a trovare amici o parenti in un’altra abitazione privata, tra le 5 e le 22, a un massimo di due persone (più minori di 14 anni e persone non autosufficienti). Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti.

Qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Fino al 15 febbraio 2021:

❌ Vietato ogni spostamento tra Regioni o Province autonome.

✅ Consentiti gli spostamenti interregionali motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sempre consentito il rientro presso propria residenza, domicilio o abitazione.

Dal 16 gennaio 2021 al 5 marzo 2021 sull'intero territorio nazionale:

✅ Tra le 5.00 e le 22.00 è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. Tra le due persone non si contano i figli minori di 14 anni e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono.

✅ consentiti gli spostamenti dai piccoli Comuni (fino a 5000 abitanti) in un raggio di 30 km, senza poter andare nei Comuni capoluoghi di provincia;

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori