Furti in auto: uno fa il palo, l’altro ruba. Ecco come agiscono

Nei guai
Paola Treppo

Fermati dopo aver rubato all’interno di un’autovettura: la Polizia di Stato denuncia due marocchini a Trieste.

Nella sera del 3 febbraio scorso, gli agenti hanno denunciato due cittadini marocchini di 30 e 26 anni, entrambi richiedenti asilo politico. Gli agenti della Squadra Mobile hanno notato, in via della Geppa, due uomini intenti a maneggiare le maniglie delle portiere delle auto in sosta.

Dopo alcuni tentativi, uno dei due è riuscito ad aprire lo sportello di una Fiat Idea parcheggiata lungo la via e a entrarvi, mentre l’altro faceva da “palo”, pronto ad avvertire il complice dell’eventuale arrivo di “occhi indiscreti”.

In pochi istanti, l’uomo che era entrato all’interno dell’abitacolo ne è uscito subito, e in compagnia del complice si è diretto verso via Roma. Gli agenti in borghese hanno cominciato a pedinare i due ladri, finché non è giunta in supporto una pattuglia delle Volanti che ha fermato i due cittadini marocchini. Questi, sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso non solo di un arnese atto allo scasso, ma anche di un paio di occhiali da sole da donna, di un bracciale e di due accendini di cui non hanno saputo giustificae la provenienza.

Il proprietario dell’auto, avvertito del furto, ha constatato il danneggiamento della portiera del mezzo e ha riconosciuto  come propri gli oggetti rinvenuti che gli sono stati restituiti. I due nordafricani sono stati fotosegnalati e denunciati in stato di libertà per furto aggravato e per possesso di oggetti atti a offendere.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia