Furto di 100 mila euro in contanti, famiglia ai domiciliari

Redazione

Tre italiani, tutti parenti stretti, sono finiti agli arresti domiciliari per aver derubato almeno 100 mila euro in contanti a tre ignare vittime. Si tratta di due uomini di 27 e 54 anni e di una donna di 30 anni.

La banda è accusata di aver proposto il cambio di banconote da 500euro in tagli inferiori, ottenendo un margine di guadagno sull’operazione finanziaria.

Il piano veniva attivato nelle stesse case degli indiziati, poste nella periferia di Udine. Una volta appoggiate le buste contenenti il denaro in contante, con la scusa di contare i soldi, i soggetti si davano poi alla fuga non rendendosi più disponibili.  

L’attività investigativa della Squadra Mobile, con il coordinamento del PM della locale Procura della Repubblica, ha permesso di far luce su almeno 3 raggiri.

Le vittime, una volta accertata l’impossibilità di riottenere il maltolto, si sono rivolte alla Polizia di Stato che, in brevissimo tempo, ha identificato i presunti autori segnalandoli alla locale Procura della Repubblica che ha richiesto al Tribunale un provvedimento cautelare, eseguito in data odierna.

 La Polizia di Stato raccomanda di non cedere a proposte finanziarie troppo vantaggiose e poste in essere da persone non autorizzate perché tali incaute iniziative spesso si tramutano in truffe e/o furti.

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia