Fvg in zona gialla, Fedriga: Gestione confusa in situazione d’emergenza

Il presidente della regione, intervenuto in diretta a Elettroshock, ha commentato le decisioni del Governo
Redazione
loading...

Durante la puntata di Elettroshock, questa sera, è intervenuto in diretta il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga. Il governatore ha ammesso di essere venuto a conoscenza del ‘colore’ del territorio che amministra, solamente durante la conferenza stampa che il presidente Conte ha tenuto a Palazzo Chigi.

Della zona gialla l’ho saputo ufficialmente solamente alle 20.15 ha affermato –, anche se lo avevo letto poco prima già su alcuni giornali”. Per quanto riguarda la giornata convulsa, il presidente ha affermato di aver notato molta “confusione“. “Capisco la nebbia, capisco le difficoltà, ma capisco molto di meno un Dpcm firmato nella notte senza nemmeno dire di che colore sono le Regioni, per poi rimandare tutto improvvisamente al giorno dopo. Questa confusione non aiuta né le persone né i commercianti che devono organizzarsi”.

“Tutte le Regioni italiane ieri hanno detto una cosa – ha ribadito Fedriga –, ovvero che servono misure omogenee e che le aziende colpite devono avere ristori rapidi e l’esenzione delle tasse. Altrimenti il rischio è di dare dei contributi per pagare le imposte. Dobbiamo permettere a queste aziende di riaprire le saracinesche quando l’emergenza  sarà finita. Mi auguro che il decreto Ristori bis venga fatto domani, ma ho qualche dubbio a vedere che ci sono ancora casse integrazioni non pagate”.

Io ho dato la massima collaborazione al Governo“, ha aggiunto il governatore, riferendosi al combattuto dibattito tra Regioni e i Ministri. “Però serve confrontarsi e trovare una sintesi. Se vengono fatte delle chiusure, ce le devono spiegare perché servono a combattere la pandemia. Se si chiudono alcune attività, ad esempio, perché è dimostrato che alimentano i contagi, ce lo dicano, altrimenti è una follia“.

In chiusura, infine, il presidente ha ricordato come il sistema sanitario regionale si stia rafforzando per far fronte all’emergenza. E proprio su questo, Fedriga ha lanciato una stoccata ad alcuni amministratori che, a suo dire, avrebbero fatto della speculazione su alcuni reparti che saranno trasformati in Covid per far fronte ai ricoveri dei pazienti contagiati. Chiaro il riferimento al sindaco di Palmanova, Francesco Martines:Per piacere – ha concluso -, lasciamo da parte in questo momento l’opportunismo partitico”. 

Di seguito le tre aree di criticità del Paese e le principali misure restrittive previste dal nuovo DPCM (CLICCA PER SCARICARE)

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia