Gemona del Friuli: salta la festa di Tempus est Jocundum ma c’è la cena medievale

Nella speranza di poter riproporre nel 2021 la manifestazione nelle stesse modalità in cui si è sempre svolta, il comitato storico e il consiglio direttivo della Pro Glemona vogliono comunque offrire ...
Redazione

Gemona del Friuli – Com’era purtroppo prevedibile, visti gli sviluppi dell’emergenza da Covid-19, l’edizione di Tempus est Jocundum in programma per quest’estate non si potrà fare. Nella speranza di poter riproporre nel 2021 la manifestazione nelle stesse modalità in cui si è sempre svolta, il comitato storico e il consiglio direttivo della Pro Glemona vogliono comunque offrire anche quest’anno qualcosa di speciale agli appassionati: una Cena Medievale, venerdì 31 luglio, in uno dei luoghi più incantevoli della città di Gemona: il chiostro del Santuario di Sant’Antonio.

“La necessità, come si suol dire, aguzza l’ingegno – dice il presidente dell’associazione, Onorino Pividori -, di conseguenza ci siamo sforzati di immaginare qualcosa di inedito da poter organizzare nel rispetto delle norme di sicurezza che come ormai ben sappiamo impongono in particolare il distanziamento tra le persone”.

“Sarà una cena nel classico stile di “Tempus est Jocundum”, con tanto di animazioni medievali e ulteriori “chicche” che andremo a ufficializzare nei prossimi giorni tramite i nostri consueti canali social”.

“Il chiostro del Santuario di Sant’Antonio è un luogo caro ai gemonesi e coglie perfettamente lo spirito di Tempus. Ringrazio i frati che hanno accettato di ospitarci, in particolare il frate guardiano Giovanni Battista Ronconi, col quale abbiamo avviato, non da oggi, una bella e proficua collaborazione”.

La cena si terrà alle 19.30. Il menu sarà curato dallo chef Davide Patat del ristorante “Ai Celti” di Gemona.

I posti sono limitati, per cui si consiglia di prenotarsi il prima possibile.

Info http://www.tempusestjocundum.it/ Pro Loco Pro Glemona – Ufficio IAT Gemona, tel. 0432.981441 / [email protected]

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia