Giornata Nazionale del Gatto, in Fvg crescono gli abbandoni 

Aumenta anche la sensibilità dei cittadini, in tanti segnalano i mici in difficoltà alle associazioni animaliste
Matteo Femia

Allietano ogni giorno la vita di migliaia di friulani con le loro fusa e coccole. Parliamo dei mici che oggi hanno un motivo in più per ricevere carezze e crocchette: si festeggia infatti proprio il 17 febbraio in Italia la Giornata Nazionale del Gatto, evento nato ormai da qualche anno proprio per omaggiare quelli che in molte case sono dei veri e propri famigliari a quattro zampe. E se per fortuna sono tanti, tantissimi gli amanti di questi animali anche nella nostra regione, c’è chi continua a comportarsi in malo modo con loro. Ad analizzare come l’uomo si rapporti con il gatto in Friuli Venezia Giulia è l’associazione Zampette Cormonesi, specializzata nel recupero e nella cura dei felini su tutto il territorio regionale. “Le aggressioni e gli episodi di violenza per fortuna non sono in aumento negli ultimi anni – sottolinea il presidente Stefano Zanuttin – un problema è sicuramente rappresentato dagli abbandoni, che invece sono sempre più numerosi. C’è di positivo – prosegue – che adesso la gente segnala e contatta le associazioni per recuperare i gatti in difficoltà, che una volta invece venivano lasciati al loro destino”. Solo nel 2023 sono stati circa 650 i mici recuperati in tutto il Friuli Venezia Giulia dalla sola Zampette Cormonesi: 336 tra essi hanno trovato una famiglia che ha dato loro una casa e tanto affetto. Dal 2020 sono stati circa 1700 invece i gatti che sono stati ritrovati in difficoltà su tutto il territorio regionale dall’associazione, di cui più della metà, 896, sono stati dati poi in adozione microchippati. E per loro così come per ogni gatto domestico, oggi più che mai, è giorno di coccole e carezze.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia