Gorizia: la palazzina crollata era stata ristrutturata da poco

Il vicesindaco: Ceretta: “Nessuna disfunzione alla rete di gas metano”. Il sindaco rientra d'urgenza dalle ferie
Redazione

Dopo essere stato avvertito del crollo avvenuto questa notte in viale XX Settembre, il sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna ha interrotto le ferie che stava trascorrendo all’estero per fare rientro nel capoluogo isontino. “Rientro per seguire da vicino la tragedia e che, purtroppo, ha provocato delle vittime. Sono molto colpito da quanto è accaduto come tutta la città. Non potevo rimanere lontano in un momento come questo. Ringrazio sentitamente i Vigili del fuoco, la Protezione civile le forze dell’ordine e il 118”. Queste le sue prime dichiarazioni. Nel pomeriggio, alla notizia della scoperta della terza salma, il primo cittadino ha dichiarato l’immediato lutto cittadino.

Nel frattempo il suo vice, Stefano Ceretta, ha dato ulteriori elementi di analisi per capire le cause di quanto avvenuto. “In questa strada non c’erano lavori in corso – ha spiegato all’Ansa -. Al momento sono stati fatti controlli sulla rete gas che non hanno dato esito di eventuali disfunzioni”. “Si teme che la causa possa essere legata direttamente a un problema relativo all’impianto della casa – ha poi concluso – ma l’abitazione era stata ristrutturata da poco”.

Ecco come si presentava lo stabile poco dopo il restauro:


Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia