Grado: pronto a partire il restauro del Battistero del complesso basilicale

Sono ormai decenni che il campanile della millenaria basilica di Sant’Eufemia non fa sentire dal vivo le proprie campane. Ciò per ovvi motivi di sicurezza, dal momento che già anni...
Ivan Bianchi

Sono ormai decenni che il campanile della millenaria basilica di Sant’Eufemia non fa sentire dal vivo le proprie campane. Ciò per ovvi motivi di sicurezza, dal momento che già anni fa la struttura aveva mostrato di non riuscire più a resistere ai movimenti esercitati dalla struttura. Ma qualche giorno fa, con l’illustrazione del progetto di restauro del Battistero gradese, promosso in primis dal Rotary Club Monfalcone-Grado per un costo di circa 40mila euro, è stata l’occasione per annunciare come nei prossimi anni anche la stessa basilica ed il campanile saranno oggetto di restauro.

Ritornando al battistero, l’idea avvallata dal parroco, don Michele Centomo, è l’utilizzo regolare della struttura per quello che era stata concepita e costruita, ovvero i battesimi. Occasione propizia anche per il sindaco, Dario Raugna, per esporre ai più il progetto, in realizzazione nell’ex canonica di Campo Patriarca Elia, del nuovo Museo del Duomo che potrebbe contenere numerose opere storico-religiose gradesi, come un’antica tela dell’Ultima Cena attualmente custodita in sagrestia, o l’antico e prezioso tesoro della Basilica attualmente custodito in una cassaforte nella cappella di Elia.

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia