Grado si prepara al tradizionale Perdon di Barbana

Tutto pronto a Grado per il tradizionale Perdon di Barbana. Ma con un’ombra poco rassicurante, ovvero quella della normativa. C'è chi lo ha ironicamente definito il 'Perdon dei Regolament...
Ivan Bianchi

Tutto pronto a Grado per il tradizionale Perdon di Barbana. Ma con un’ombra poco rassicurante, ovvero quella della normativa. C’è chi lo ha ironicamente definito il ‘Perdon dei Regolamenti’.

In una semplicistica visione, la frase risulta alla fine non del tutto sbagliata, se si conta che nell”ultimo periodo l’organizzazione della secolare manifestazione ha dovuto fronteggiare non pochi problemi per permettere all’antica processione votiva, che si scioglierà, in ogni caso regolarmente, il 7 luglio, di avere luogo. In primis la sempre minore presenza di pescherecci, dovuta a numerosi fattori, tra cui la tremenda diminuzione di barche tra le stesse fila di chi ancora pratica questo mestiere ma anche per le norme messe in campo dal punto di vista della sicurezza.

Insomma, se da un lato ci sono poche barche in porto, dall’altro c’è stata una limitazione anche nel numero di posti che ogni imbarcazione può mettere a disposizione. Ammiraglia compresa. “È una questione davvero spinosa”, raccontano alcuni pescatori che, per motivi personali, hanno preferito rimanere anonimi, “un argomento davvero scottante”. E, a fronte di tali dichiarazioni, non hanno voluto dire nulla di più. C’è chi, tra gli altri, ha deciso di non partecipare proprio per la pressante normativa e per non avere “tutte le responsabilità”, comprese quelle dei passeggeri. Ad ostacolare il cammino del Perdon 2019 ci sono anche i fanghi che, specialmente nei pressi dell’Isola di Barbana e vicino agli attracchi, si sono addensati e creano non poche difficoltà, così come i canali, compreso quello in direzione dell’antico santuario.

Quest’anno, non dragato e complice la bassa marea mattutina del periodo, pescherecci e Stella del Mare, la storica ammiraglia, avranno non poche difficoltà nel loro percorso. C’è chi ha già predetto il posticipo della partenza di una mezz’oretta ma il pensiero condiviso sia dei fedeli gradesi che di quelli che giungeranno, numerosissimi come ogni anno, sull’Isola rimane di devozione e di ampia partecipazione.

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia