I resti ossei di San Lorenzo Isontino sono di epoca medioevale

Matteo Femia
loading...

Appartengono a due adulti e un bambino vissuti tra il settimo e l’ottavo secolo dopo Cristo i resti ossei rinvenuti qualche mese fa a San Lorenzo Isontino durante i lavori di riqualificazione di piazza Montesanto. Il ritrovamento è al centro di una conferenza in programma oggi alle 16 nella sala consigliare del Comune: tre i relatori, la dottoressa Giorgia Musina della Sovrintendenza alle belle arti e gli archeologi Federica Codromaz e Dario Innocenti, che illustreranno nei dettagli l’opera di recupero. “I resti sono stati trovati nel terreno ad una profondità di circa 80 centimetri – spiega il sindaco Ezio Clocchiatti – lo scavo archeologico è stato eseguito sotto la supervisione della Sovrintendenza alle belle arti”. Il rinvenimento delle tre sepolture riferibili ad epoca altomedievale è stato il motivo del blocco per tre mesi circa dei lavori di messa a nuovo di piazza Montesanto, per la cui conclusione mancano solo alcuni dettagli tecnici: “Se non ci saranno intoppi – conferma il sindaco Clocchiatti – dovremmo chiudere il cantiere entro fine febbraio”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia