Il 25 aprile è anche la festa di San Marco: il tempo delle rogazioni per benedire la terra / VIDEO

Raspano
Paola Treppo
loading...

Il 25 aprile non è soltanto il giorno della Liberazione. È anche la festività religiosa di San Marco.

In questa giornata, anticamente, ma anche oggi, in molti paesi del Friuli, per lo più piccoli, dove si è mantenuta la tradizione, nelle prime ore del giorno, i ministri del culto cristiano benedicono la terra. Sono le rogazioni.

Una benedizione che porta con sé la speranza delle comunità di poter continuare a essere sfamate dalla terra, dalla terra su cui vivono, quella terra che lavorano e che produce frutti. Una terra benigna.

A Belvedere di Aquileia il leggendario sbarco

In alcune località del Friuli Venezia Giulia, come ad esempio a Belvedere di Aquileia, nella chiesa di San Marco, si ricorda il leggendario arrivo del Santo, oggi venerato in particolare a Venezia, ma non meno nella nostra regione.

Il rito arcaico delle rogazioni, pagano alle origini, mescolatosi alla Fede Cristiana, riporta alla memoria, in questo giorno, l’importanza del rispetto della terra, senza la quale nulla è possibile.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia