Il 4 Novembre, oggi la celebrazione a Magnano in Riviera e nelle frazioni

Il sindaco Roberta Moro ha ricordato i Caduti con la deposizione di alcune corone di alloro: "Stiamo vivendo un anno molto difficile - ha detto- che ci sta mettendo duramente alla prova. Pensiamo alle...
Redazione

Celebrata in forma statica la ricorrenza del 4 Novembre a Magnano in Riviera e nelle frazioni di Billerio e Bueriis.

Il sindaco Roberta Moro, circondata da giunta e consiglieri comunali e da tutti i rappresentanti dei gruppi Ana del comune, ha depositato innanzi i tre monumenti del territorio altrettante corone d’alloro.

Il primo cittadino, dopo aver ricordato tutti i Caduti delle guerre con particolare riferimento ai 600.000 italiani morti nel primo conflitto bellico, ha fatto dei riferimenti all’attuale emergenza Covid.

“È un anniversario a dir poco inusuale quello che celebriamo oggi a causa della preoccupante pandemia. Stiamo vivendo un anno molto difficile – ha dichiarato Moro – che ci sta mettendo duramente alla prova. Pensiamo alle persone malate alle loro famiglie a chi rischia di perdere la vita a causa del virus. Pensiamo agli operatori socio sanitari impegnati in un compito più grande di loro stanchi e provati da questa situazione che le pone quotidianamente in pericolo”.

“Pensiamo a tutti lavoratori che nonostante la pandemia come loro impegno ci permettono di vivere il nostro quotidiano”.

Il sindaco ha inoltre fatto un pensiero ai volontari, a tutti coloro che agiscono per aiutare i cittadini.

“Pensiamo poi a tutti i cittadini in difficoltà chi ha perso il lavoro e a chi non sa se riuscirà a riaprire la propria attività ma anche a chi più fragile sta accusando – ha detto Moro – anche dal lato psicologico questa situazione pandemica”.

Il sindaco ha invitato a rimanere tutti uniti in una nuova battaglia di un’emergenza sanitaria che mette alla prova anche la tenuta sociale ed economica del nostro paese e sta minando pesantemente la libertà la crescita culturale del nostro paese dei nostri ragazzi punto Roberta Moro ha concluso il suo intervento così : “A noi uomini donne di questo nostro presente la grande difficile responsabilità di affrontare nuove sfide, mantenere sempre accesa la luce della pace e di servire ed amare l’Italia la nostra Patria. Impegno e responsabilità siano sempre i presupposti per preservare il futuro perché l’Italia la facciamo tutti noi insieme giorno dopo giorno”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia