Il caso del pollaio di Vivaro sul tavolo del Sottosegretario alla Difesa

 Il Friuli Venezia Giulia è stato per decenni il confine meridionale tra l’Occidente libero e i regimi comunisti. Un territorio quindi con una significativa presenza di strutture e s...
Daniele Micheluz
Il caso delle galline uccise da un colpo di carrarmato sparato per errore dell’Esercito durante un addestramento a Vivaro finisce sul tavolo del Ministero della Difesa. “Il Friuli Venezia Giulia – spiega Sandra Savino, deputata e coordinatrice regionale di Forza Italia – è stato per decenni il confine meridionale tra l’Occidente libero e i regimi comunisti. Un territorio quindi con una significativa presenza di strutture e servitù militari. Di questo, e del recente episodio di Vivaro ho parlato quest’oggi con il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè, incontrato assieme ai senatori Franco Dal Mas e Maurizio Gasparri, sempre molto attento alle istanze della nostra regione. Al sottosegretario Mulè, cui va il nostro ringraziamento per l’immediata disponibilità, ho riportato nello specifico le questioni sollevate dal sindaco di Vivaro Mauro Candido relative proprio alle servitù militari”, conclude Savino.
Nel mentre, il senatore Franco Dal Mas, che precisa come i rapporti con l’Esercito siano di assoluta collaborazione, sta preparando un’interrogazione parlamentare proprio sul fronte dei beni militari dismessi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia