Home / News / «In Fvg Rt da zona gialla, ma l'incidenza ci penalizza»

«In Fvg Rt da zona gialla, ma l'incidenza ci penalizza»

Il governatore Massimiliano Fedriga critica il parametro dei 250 casi ogni centomila abitanti: "E' iniquo, perché non è legato al numero di tamponi che si fanno"

fedriga, rt

E’ positiva la riapertura della scuola in presenza per i più piccoli. La didattica a distanza per questa fascia d’età è estremamente più difficile. E poi dobbiamo pensare anche ai genitori che lavorano”, spiega il governatore del Fvg Massimiliano Fedriga ai microfoni di Radio Punto Zero.

Dal 7 ripartiamo con materne, elementari e prima media. Ma speriamo si vada verso un netto miglioramento dei numeri che ci permetta d’inaugurare una stagione di riaperture anche in tutti gli altri ambiti, non solo per le scuole. Serve un cambio di passo nelle scelte del Governo” ribadisce Fedriga. “Ho avuto modo di parlarne con l’Esecutivo, ma purtroppo il ministero della Salute ascolta molto poco… Nei palazzi a Roma non ci si rende conto che la strategia messa in campo è poco efficace anche dal punto di vista della tenuta nel contenimento della pandemia. Uno può scrivere un bellissimo Dpcm, ma poi bisogna metterlo in pratica nella vita reale".

Accanto alle critiche per una diversa visione della gestione della pandemia, Fedriga esprime anche la sua vicinanza e quella dell'Amministrazione regionale al ministro della Salute Roberto Speranza “a seguito dei gravissimi atti intimidatori di cui è stato bersaglio. Tali azioni - rimarca il governatore - non possono trovare giustificazione alcuna, nemmeno nel contesto di emergenza che stiamo vivendo e nelle divergenze di opinione sulle modalità di gestione della pandemia, e meritano pertanto la più netta condanna da parte di tutte le istituzioni”.

“Oggi ci sono moltissimi fenomeni di attività, tra quelle chiuse, svolte a domicilio e non nel posto di lavoro, quindi senza controlli. Pensiamo, ad esempio ai parrucchieri”, prosegue Fedriga. “Occorre passare dalla stagione dei divieti a quella delle regole. Oggi ho paura che le misure siano poco efficaci perché la capacità di sopportazione e di seguire da parte dei cittadini sia venuta meno".

Il governatore del Fvg ha quindi ribadito "il controsenso che non si possa andare a trovare la famiglia in un'altra regione a Pasqua, ma che la si possa, invece, incontrare in un viaggio all'estero”.

Per quanto riguarda i dati del Fvg, "abbiamo un indice Rt che è sotto l'1, a 0,98. In teoria avremmo un valore da zona gialla. E' chiaro che abbiamo una situazione negli ospedali ancora complessa, ma ci fa andare in rosso l'incidenza dei positivi su 100 mila abitanti che supera i 250, oggi è a 272E' un parametro iniquo, perché non è commisurato al numero di tamponi che si fanno e penalizza chi ne fa di più".

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori