Inchiesta mense scolastiche: in 5 davanti al Tribunale del riesame di Trieste

Stamane, davanti al Tribunale del Riesame di Trieste, sono state discusse le richieste di annullamento delle misure cautelari per cinque indagati dell'inchiesta sulle mense scolastiche udinesi. I giud...
Hubert Londero
loading...

Primo confronto tra accusa e difesa nell’inchiesta della Procura di Udine sui pasti serviti nelle mense scolastiche del capoluogo e di altri sei Comuni friulani.  

Stamattina, davanti al Tribunale del riesame di Trieste, si è svolta l’udienza sulla richiesta degli avvocati di annullare le misure cautelari disposte dal gip udinese Emanuele Lazzaro nei riguardi dei cinque indagati (quattro agli arresti domiciliari, uno con l’obbligo di dimora), accusati del reato di concorso in frode in pubbliche forniture. 

Si tratta dei vertici e dei referenti d’area della Ep spa, la società con sede operativa a Napoli finita al centro dell’inchiesta condotta dai carabinieri del Nas del capoluogo friulano e coordinata dal pm udinese Elisa Calligaris. Durante i controlli, i militari dell’arma hanno rilevato insetti e capelli nei piatti, porzioni mini, cibo freddo, frutta e verdura normale ma pagata come prodotto biologico. I genitori dei bambini si erano lamentati della situazione a più riprese durante il corso dell’anno scolastico, tanto che nell’interrogatorio di garanzia il fondatore della Ep, Pasquale Esposito, si era detto convinto che dietro alle continue segnalazioni ci fosse un accanimento nei confronti dell’azienda. 

Oltre a Esposito, a ricorrere ai giudici del Riesame sono stati il capo divisione Food service Massimo Vaccariello, il responsabile commerciale per il Nord Est Rocco Ruggiero, sottoposto a obbligo di dimora, e i due direttori d’area Agostino Cascone e Ketty Bandiera. 

Al termine dell’udienza di stamattina il Tribunale si è riservata la decisione sulle richieste di remissione in libertà degli indagati. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia