Incidenti sugli sci: gravi un bambino di 10 anni e un ragazzino

Il primo incidente si è verificato a quota 1800 metri, il secondo a Nella Nevea. Sul posto elicottero sanitario e Polizia di Stato per i soccorsi
Paola Treppo

Intorno alle 12 di oggi, mentre stava sciando con la maestra di sci sulla Pista Gilberti, Azzurra, a quota 1800, un bambino di 10 anni, di nazionalità croata, è caduto insieme a lei. I due si sono portati al rifugio Celso Gilberti. È qui che il bambino si è sentito male ed è stato allertato il soccorso della Polizia di Stato, ovvero degli agenti che svolgono il servizio di Soccorso e sicurezza in Montagna coordinato dal Commissariato di Tolmezzo (comandato dal vicequestore Alessandro Miconi).

Gli agenti sono intervenuti immediatamente. I sintomi che presentava bambino hanno fatto pensare subito a un trauma cranico importante.

È scattata la chiamata al Numero unico di emergenza 112 e la Centrale Sores di Palmanova ha inviato sul posto l’elicottero sanitario. Il bambino è stato immobilizzato sul materassino vacum ed è stato immobilizzato anche con un collare.

È stato trasportato in volo in codice giallo al Santa Maria della Misericordia di Udine.

Il secondo incidente

E poi una comitiva di cittadini croati in vacanza Kranjska Gora, nel primo pomeriggio di oggi si sono trasferiti a Sella Nevea, nel territorio di Chiusaforte. Qui, un ragazzo della comitiva, intorno alle 14.30, è caduto accidentalmente dopo aver perso il controllo degli sci.

Si è fermato dopo un tratto di pista del Canin, fortunatamente trattenuto sulle reti di protezione installate per tutelare gli sciatori proprio in quel tratto. È stato ricoverato in codice giallo all’ospedale di Udine.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia