Home / News / Sanitari non vaccinati, «Non da licenziare, ma da convincere»

Sanitari non vaccinati, «Non da licenziare, ma da convincere»

Il presidente Fedriga chiede di coinvolgere il personale con un incentivo proattivo

vaccini, medici, personale

Non licenziare, ma convincere. Per il presidente del Friuli Venezia Giulia e della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga è questa la strada da seguire per il personale sanitario che rifiuti la vaccinazione.

“Dobbiamo far capire l'importanza di tutelarsi principalmente per le professionalità sanitarie" ha detto ai microfoni della trasmissione 'The Breakfast Club' di Radio Capital, riferendosi all'ipotesi del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, di licenziare medici e infermieri che rifiutano la vaccinazione. "Mi auguro che questa campagna possa esser sempre più presente per tutti i cittadini - ha aggiunto Fedriga - perché c'è una piccolissima parte che non vuole vaccinarsi e un'altra che ha ancora paura perché ci sono informazioni contrastanti". Per Fedriga potrebbe essere utile un incentivo proattivo per invitare le persone a vaccinarsi, come mail e chiamate.

Il Governatore ha detto di auspicare che ci sia un’apertura del Ministero della salute sulla proposta di utilizzare il green pass per poter tornare a ballare in discoteca. E si è detto convinto che il ritorno alla normalità passi attraverso i vaccini. Ai microfoni di Radio Capital Fedriga ha parlato anche di politica. "Penso che andare verso un percorso nel quale il centrodestra possa trovare maggiori spunti di unità e possa essere una coalizione ancora più compatta, sia positivo" ha affermato, spiegando che sono i cittadini a chiedere chiarezza e compattezza.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori