La battaglia dei tigli diventa un docufilm

Anteprima sabato a Pordenone
Alberto Comisso
loading...

La battaglia per salvare una quarantina di tigli dall’abbattimento, nell’ambito del progetto di riqualificazione dell’ex fiera di Pordenone, è diventata un film documentario. Anteprima sabato alle 18.30.

E’ diventata un docufilm la battaglia portata avanti a Pordenone da comitati e cittadini per salvare 47 tigli nel contesto dell’ex Fiera.

Si chiama “I giorni del tiglio” ed è stato girato dal regista friulano Enrico Bergamasco. Racconta le battaglie, anche legali, e raccoglie le testimonianze di cittadini e di esperti, come architetti ed agronomi, che si sono espressi sulle sorti dei tigli.

Il film documentario sarà visibile per la prima volta sabato 6 aprile, alle 18.30, nell’auditorium della Regione a Pordenone.

E’ stato girato – i promotori tengono a precisarlo – in maniera totalmente indipendente gratuita e generosa daBergamasco. “Narra – sottolinea – la storia di un percorso che riguarda tutti e tutte, perché ha a che fare con la difesa di un bene comune e collettivo; un pezzetto di territorio urbano bello, verde e sano, con una forte identità legata alla storia della città nelle sue trasformazioni e nelle sue relazioni”.

Racconta altresì il progetto di riqualificazione dell’ex fiera di Pordenone. Un progetto che ha previsto l’abbattimento di 43 tigli, 4 in meno rispetto a quanto era stato previsto inizialmente. “Contro – affermano i comitati – si è sviluppata una grossa opposizione e mobilitazione che ha retto fino alla fine”.

Ora c’è un ricorso che pende al Consiglio di Stato. L’udienza non è stata ancora fissata e, proprio per questo, i promotori stanno valutando con il legale di fiducia, l’avvocato Dini, la strada migliore da intraprendere. Potrebbero rinunciare a portare avanti questa battaglia, così come andare avanti senza ripensamenti. Quello che è certo è che i tigli continuano a far parlare di loro.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia