La comunità del gemonese completerà i tratti delle ciclovie Alpe Adria e Pedemontana

La giunta regionale ha dato mandato alla comunità di montagna del gemonese di progettare e realizzare le opere per il completamento delle ciclovie nell’area di Gemona
Andrea Pierini
loading...

Completare i percorsi garantendo sicurezza e al contempo una ulteriore crescita di chi scegli di girare il Friuli Venezia Giulia in bici. La giunta regionale su proposta degli assessori alle Finanze, Barbara Zilli, e alle Infrastrutture, Cristina Amirante, ha affidato in delegazione amministrativa intersoggettiva alla Comunità di Montagna del Gemonese la progettazione e realizzazione delle opere di completamento delle ciclovie nel comprensorio Gemonese. 
Nella zona ci sono la ciclovia Fvg1 “Alpe Adria” che collega Grado a Tarvisio e la ciclovia Fvg3 “pedemontana” che si estende da Sacile a Gorizia passando per Maniago, Gemona del Friuli e Cividale del Friuli. Lo scopo non è solo turistico visto che i due assi sono un prezioso collegamento tra il centro urbano di Gemona del Friuli e gli altri abitati dell’hinterland, quali Venzone, Portis, Osoppo, Trasaghis, Artegna e Buja. Sono da completare i i tratti Portis-Venzone, Gemona del Friuli-Artegna con il ponte sul torrente Orvenco e Gemona del Friuli Trasaghis con il ponte di Braulins. 
Le risorse finanziarie già assegnate ammontano a 5,1 milioni di euro dal programma regionale del fondo europeo.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia