La Ghiacciaia chiude, la sofferta decisione del titolare

Troppo poche le entrate lavorando solo a pranzo
Giancarlo Virgilio

Chiude l’antica Osteria Alla Ghiacciaia. La decisione è arrivata a 6 giorni dall’entrata in vigore dell’ ultimo Dpcm e dalle limitazioni che impongo una chiusura anticipata alle 18. La scela è stata maturata e ponderata dopo aver valutato il flusso di lavoro di questa settimana. Le perdite, come hanno anticipato a Telefriuli altre due storiche osterie del centro di Udine, al Fagiano e Circolo Pullesi, aggirano tra il 70 e l’80% per la categoria, troppe per poter sostenere spese e dipendenti, una decina nel caso del locale di via Antonio Zanon che si affaccia sul Ledra.

Come ci ha spiegato il titolare, Lazzaro Solero, l’aspetto economico è certamente presente, ma ciò che più ha influito sulla decisione finale è stato soprattutto l’aspetto della tutela della salute di dipendenti e clienti.

“Ritengo che con l’acutizzarsi della pandemia – riferisce l’ oste – , il lavoro nei locali pubblici non sia più sicuro né per i dipendenti né per i clienti”. Qui di seguito il messaggio dell’oste ai clienti:

“Purtroppo il momento è arrivato: non sono più in grado (nonostante il rispetto delle norme vigenti in materia di prevenzione) di garantire la sicurezza verso i clienti ed il personale della ghiacciaia. Mi vedo costretto,da lunedi 2 novembre, a chiudere senza sapere quando riaprirò,ma sicuro che riaprirò quando le condizioni lo permetteranno”.

Un GRAZIE a tutti voi,clienti affezionati e un grazie a tutti i dipendenti dell’osteria,ci aspettano tempi incerti e sicuramente difficili, ma torneremo a brindare ridendo e scambiandoci finalmente strette di mano e abbracci a destra e manca!”

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia