La magia del monte Quarin a Cormons

Sono 274 metri sul livello del mare. È il monte Quarin che si staglia sulla pianura friulana a dividere il piano dal Collio. Un piccolo gigante che guarda verso la pianura friulana e verso il m...
Ivan Bianchi

Sono 274 metri sul livello del mare. È il monte Quarin che si staglia sulla pianura friulana a dividere il piano dal Collio. Un piccolo gigante che guarda verso la pianura friulana e verso il mare. Il volo del drone di Fabio Bergamasco fa un percorso spettacolare, riprendendo dapprima i verdi vigneti che circondano il monte, poi la chiesa della Beata Vergine del Soccorso, che dal monte guarda verso il paese sottostante.

Sottoposto al dominio romano in seguito alla deduzione della colonia aquileiese nel 181 d.C. il Quarin fu probabilmente fortificato e compreso nel sistema difensivo eretto nel secondo secolo. È altrettanto presumibile che, durante il quinto secolo, all’epoca dei movimenti dei popoli barbarici, il colle abbia offerto rifugio alle popolazioni locali. In epoca longobarda, la rocca eretta sul Quarin seppe resistere all’invasione degli Avari, all’inizio del settimo secolo. Basta un breve volo per comprenderne la rara bellezza e la particolarità della zona.

Un vero e proprio faro che sovrasta l’antico borgo cormonese, con la chiesa di Sant’Adalberto che si erge tra le case e i palazzi storici, quasi a primo paladino della cittadina. E tra il verde acceso delle coltivazioni, un tocco di ocra decisamente non stona.

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia