Il lutto nazionale per Berlusconi divide la politica del Fvg

Da una parte c'è chi ritiene il provvedimento dovuto, dall'altra inusuale e inappropriato
Daniele Paroni

La dichiarazione del lutto nazionale dopo la morte di Silvio Berlusconi divide la politica anche in Friuli Venezia Giulia. A scagliarsi contro il provvedimento esponenti di Rifondazione Comunista, Alleanza Verdi e Sinistra, Open Fvg, Sinistra Italiana, Possibile Trieste Europa Verde Verdi Fvg che evidenziano come sino ad ora la proclamazione del lutto nazionale erato stato riservato solo in caso di morte di Presidenti della Repubblica ma mai per un ex presidente del Consiglio. “Una decisione – si legge in una nota congiunta – del tutto inusuale e inappropriata”. Ai partiti replica il gruppo di Fedriga Presidente il quale auspica che si tratti solo di un maldestro episodio di intempestività politica, piuttosto che di un attacco deliberato e privo di rispetto ed eleganza istituzionale”. I rappresentanti di Fedriga Presidente definiscono come una “sterile e inopportuna polemica politica” nel giorno delle esequie di Berlusconi

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia