Mafia, le ramificazioni dei Caselesi anche nel pordenonese

Indagine di Procura e guardia di finanza di Firenze
Alberto Comisso

C’è anche la provincia di Pordenone nell’indagine della guardia di finanza di Firenze e Vicenza che ha portato la Procura toscana a notificare un avviso di conclusione di indagini nei confronti di 18 indagati, originari o residenti tra le province di Grosseto, Caserta, Roma, Messina, Massa Carrara, Brescia, Vicenza, Trento e appunto Pordenone, per un presunto sodalizio dedito alla commissione di una pluralità di reati economico-finanziari con l’aggravante dell’aver favorito e rafforzato il clan camorristico dei Casalesi.

Imprenditori dediti alla commissione di più reati, quali l’impiego di denaro di provenienza illecita, emissione e l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, trasferimento fraudolento di valori e la bancarotta fraudolenta.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia