Malore fatale durante una gara, muore mentre correva con la moglie

Nulla da fare per un atleta 57enne, che stava disputando la prova sui 21 chilometri
Redazione

Tragedia, nel pomeriggio, durante la mezza maratona della Corsa per la Bora. Un concorrente ha avuto un malore improvviso ed è purtroppo deceduto all’ospedale di Udine.

L’atleta 57enne si trovava in un tratto pianeggiante di spiaggia nei pressi dell’arrivo a Porto Piccolo quando si è accasciato a terra proprio davanti agli operatori che presidiavano la zona, accusando un arresto cardiaco.

Nell’immediato è iniziata la rianimazione cardiopolmonare da parte degli astanti, poi proseguita da due squadre del Soccorso Alpino (12 operatori, tra cui due medici e due infermieri). Inizialmente sono stati usati i defibrillatori, poi l’uomo è stato sottoposto a rianimazione cardiopolmonare avanzata non appena arrivati i sanitari. E’ stato poi trasportato con l’elisoccorso all’ospedale di Udine, ma per il 57enne, purtroppo, non c’è stato nulla da fare.

L’organizzazione della Corsa, in una nota, esprime la propria vicinanza alla famiglia, in particolare alla moglie dell’uomo, che stava gareggiando accanto a lui.

“Le mie sincere condoglianze e la vicinanza alla famiglia dell’atleta deceduto oggi durante la manifestazione sportiva”: le ha espresse l’assessore regionale alla Difesa dell’ambiente Fabio Scoccimarro a margine della Corsa della Bora. “Proprio durante le premiazioni, all’oscuro di quanto purtroppo sarebbe accaduto lì vicino – così Scoccimarro -, avevo sottolineato la grande forza e la passione di chi si spinge al proprio limite per migliorare e crescere, condividendo in questo caso con la propria compagna esperienze uniche, immersi nella natura”.

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia