Home / News / Maltempo a Lignano, erosi metri e metri di spiaggia / VIDEO

Maltempo a Lignano, erosi metri e metri di spiaggia / VIDEO

Tanto vento e mare grosso, oggi, nella località balneare del Friuli Venezia Giulia. Nessuno ha potuto approfittare per fare una passeggiata. Danni

Lignano Pineta - La mareggiata di scirocco combinata a un'alta marea notevole, ha eroso per diversi metri, e forse anche decine di metri, l’arenile di Lignano Pineta.

Sulla spiaggia di Pineta, come a Sabbiadoro, tra la Terrazza a Mare e il Faro Rosso l’impresa Migotti di Tavagnacco (vincitrice del bando indetto dalla Direzione Centrale Attività produttive), aveva posizionato nelle scorse settimane dei sacconi o “big bags” bianchi riempiti sul posto di sabbia proprio nell’interno di contrastare gli effetti erosivi delle mareggiate.

Le onde della mareggiata di scirocco a Lignano Pineta di ieri e oggi - grazie anche alla notevole alta marea - hanno superato di gran lunga i “big bags”, che nella gran parte del litorale non erano nemmeno più visibili.

"Speriamo - dice Giorgio Ardito, presidente di Lignano Pineta Spa - che il ripascimento programmato dalla Regione (dal primo gennaio le competenze passano alla Direzione centrale Ambiente), insieme con il Comune di Lignano Sabbiadoro e i Consorzi Spiaggia Viva e Marine Lignano, con la progettazione degli ingegneri Daniele Rinaldo di Venezia e GianPaolo Guaran di Udine, possa rimediare ai danni di questa mareggiata".

A Marina Uno, dopo aver avvisato tutti i diportisti ieri, è stata messa in funzione nel primo pomeriggio, con il cambio di marea, la barriera che fa in modo di lasciare fuori dallo specchio acqueo del marina, tutte le ramaglie portate in superficie dal fiume Tagliamento; ramaglie e detriti si sono già depositate sule banchine esterne di Marina Uno sul fiume Tagliamento".

"Il sedimento invece portato dalla piena del fiume, si depositerà sul fondale e sarà da dragare in primavera (stessa cosa a Marina Punta Verde)".

La piena del fiume, dopo le abbondanti precipitazioni in montagna, porterà sulla spiaggia ramaglie, arbusti, ecc. che saranno da recuperare subito, per evitare che la bora prevista nei prossimi giorni possa interrare o meglio insabbiare tutto e rendere così più difficile il recupero.

"Se non si asporta subito lo spiaggiato, rinviene durante tutta la prossima stagione".

"Dopo la pandemia da Covid - 19 con le conseguenze sull’andamento non positivo della stagione balneare 2020 e i tanti costi sopportati per rispettare i Dpcm, le ordinanze e i protocolli sanitari, le mareggiate di inizio giugno e fine agosto, una violenta mareggiata come questa non ci voleva" commenta Ardito. "Credo che sia da iniziare a pensare con la Regione e i professionisti a delle misure strutturali per combattere l’erosione costiera: barriere soffolte, reef artificiali, ecc".

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori