Neve e pioggia nella calza della Befana in FVG

Redazione

3 centimetri di neve in Carnia, 5 nel Tarvisiano e tanta pioggia in pianura hanno caratterizzato il giorno della Befana in Friuli Venezia Giulia, dove si registrano anche alcune frane ed è sconsigliata l’attività fuori dalle piste da sci per il pericolo valanghe.

La Protezione Civile, che ieri ha diramato un’allerta gialla di 36 ore, ha segnalato strade allagate in vari punti della regione. I volontari della squadra comunale di Clauzetto sono stati attivati per monitorare uno smottamento che ha interessato anche un guard rail sulla strada di collegamento per Clausetto, già chiusa al transito per lo smottamento verificatosi alcune settimane fa.

Le persistenti piogge hanno determinato allagamenti sparsi di case e viabilità specie nelle aree di
pianura e nei bacini dei corsi d’acqua di risorgiva: segnalazioni sono pervenute dai comuni di Azzano X,
Bagnaria Arsa, Carlino, Cervignano del Friuli, Fiumicello Villa Vicentina, Gonars, Lestizza, Manzano,
Moimacco, Palmanova, Pasiano di Pordenone, Pavia di Udine, Povoletto, Pozzuolo del Friuli, Pradamano,
Ruda, San Giorgio di Nogaro, San Pietro al Natisone, Trivignano Udinese, Udine, Varmo.

A Cormons lungo la viabilità di Ca’ delle Vallade, che conduce al confine di Stato di Plessiva, si è verificato un distacco di un masso di circa due metri.

In mattinata, il fiume Livenza ha raggiunto il livello di guardia all’idrometro di San Cassiano; il livello risulta in aumento e dunque è stato attivato il servizio di piena. Abbondanti nevicate su tutto l’arco alpino, dove sono sconsigliati i fuori pista per il rischio di valanghe (a Sella Nevea l’allerta è a livello 4 su una scala di 5) mentre la sicurezza è garantita dai tecnici di Promoturismo sulle piste aperte agli sportivi; chiuse molte delle piste di alta quota.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia