Meeting Città di Palmanova: il 1° maggio ultimo atto su questa pista

L’anello dell’impianto palmarino necessita di un “lifting” per ospitare un evento di alto livello Intanto attesi nella città stellata gli azzurri Giorgia Bellinazzi (200) ed Enrico Saccomano (disco)
Redazione

Nel mondo dell’atletica regionale, e non solo, il 1° maggio fa rima con il meeting “Città di Palmanova”. E’ dal 2004 che la gara di livello nazionale, organizzata dalla Libertas Friul Palmanova, anima la giornata dei lavoratori tra chi ama la regina dello sport. La 20esima edizione dell’evento sarà tuttavia l’ultima di una lunga storia sull’attuale anello palmarino.

La pista dell’impianto, infatti, ha bisogno di un ammodernamento. Le sue condizioni non permettono più di allestire una manifestazione di spessore e di ospitare di conseguenza atleti di rango nazionale e internazionale. La stessa società organizzatrice non può più garantire ai partecipanti le condizioni tecniche di base per poter ambire a un’ottima prestazione. Le forze politiche comunali e regionali, con la Libertas Friul Palmanova, si stanno operando per poter procedere a un rifacimento dell’anello. L’impianto, considerata la sua collocazione, è ritenuto strategico per lo sviluppo dell’atletica regionale e in particolare per il movimento del Medio e del Basso Friuli. Nel frattempo la Libertas Friul Palmanova è al lavoro per definire i dettagli del prossimo meeting, valido anche come seconda prova del Trofeo Modena, il circuito provinciale Libertas valido per le categorie promozionali (esordienti in gara il 27 aprile, ragazzi e cadetti il mattino del 1° maggio).

Tra i big attesi in pista nel pomeriggio del 1° maggio spiccano in particolare i colossi del lancio del disco: la prova, intitolata ad Alcide Muradore, vedrà in pedana il pluri-campione italiano Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) e il friulano di Nespoledo Enrico Saccomano (Aeronautica), più volte azzurro con la nazionale giovanile e assoluto. A sfidarli lo sloveno Tadej Hribar e il montenegrino Ivan Kukulicic. Altra gara di grande spessore sarà quella dei 200 femminili, dedicata a Bice Baldini e Pio Baracetti: tra le donne sui blocchi l’azzurra di Portogruaro già campionessa italiana U23 Giorgia Bellinazzi (Esercito), tra gli uomini Paolo Messina (Fiamme Gialle) e il triestino Enrico Sancin (Trieste Atletica). Attenzione poi ai 400 ostacoli con Michele Bertoldo dei Carabinieri e, nel getto del peso, alla friulana di Martignacco vice-campionessa italiana indoor assoluta Giada Cabai (Malignani), che nell’occasione debutta nella stagione outdoor. Altri nomi saranno annunciati da parte dell’organizzatore con l’avvicinarsi dell’evento.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia