Migranti, la rotta balcanica blocca le strade

Oltre cinquanta migranti rintracciati lungo le sponde del Torre a Lovaria. I Carabinieri e la Polizia Locale chiudono le strade per braccarli tutti e radunarli al parco Rubbia. Molti fuggiti nei campi...
Paola Treppo
loading...

Nuovo rintraccio di migranti, in pieno giorno, intorno alle 16.30, tra Pradamano e Lovaria. Il gruppo – una cinquantina di persone – camminava in mezzo alla strada e alle vetture ed è stato segnalato alle forze dell’ordine da diversi automobilisti in transito.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Radiomobile di Palmanova e la Polizia locale. Al loro arrivo, alcuni degli stranieri sono fuggiti nei campi di mais, mentre altri si sono fermati vicino alle pattuglie. Per circoscrivere la zona, militari e agenti hanno bloccato le strade in un quadrilatero che comprende diversi quartieri residenziali a ridosso del greto del torrente Torre.

Alcuni migranti hanno manifestato subito sintomi influenzali, fra cui forte tosse. E’ stato, quindi, necessario chiamare i sanitari. Con ogni probabilità, il gruppo è stato scaricato nei pressi del vecchio guado stradale sul Torre, lungo la variante di Premariacco, tra Buttrio e Pradamano.

Sono stati poi raggruppati nel parco Rubbia. In corso le procedure d’identificazione e, quindi, l’individuazione di una struttura dove poter eseguire il triage a avviare il folto gruppo alla quarantena fiduciaria.

 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia