Minaccia madre e patrigno, divieto di avvicinamento per l’uomo dell’accetta

Minaccia madre e patrigno in preda all’alcool e costringe i coniugi a barricarsi in casa e a chiedere l'intervento dei dei carabinieri. Protagonista dell'episodio un soggetto di San Giorgio dell...
Redazione

Minaccia madre e patrigno in preda all’alcool e li costringe a barricarsi in casa e a chiedere l’intervento dei carabinieri. Protagonista dell’episodio un soggetto di San Giorgio della Richinvelda, purtroppo noto alle forze dell’ordine, ai residenti del paese, nonché ai suoi familiari. L’uomo, poco dopo la sua fuga, è stato denunciato per minacce aggravate. Non solo. Nei giorni successivi, vista la pericolosità sociale e la sua familiarità con lame e coltelli, come proposto dai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo, ha ricevuto il divieto di avvicinamento all’abitazione della madre per non meno di 300 metri.

Il precedente

Il residente è “un osservato speciale”. Si tratta infatti della stessa persona che il 21 marzo scorso, a Provesano (frazione di San Giorgio della Richinvelda ), in preda ai fumi dell’alcool aveva minacciato con un’accetta gli avventori del ‘bar Eddi’ dopo aver molestato una cliente che non voleva ricambiare le sue avance (vedi immagine in alto).

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia