Mortegliano: nuovi danni ai tetti, tre famiglie evacuate

Due terzi delle coperture danneggiate sono ancora senza guaina. Le gelate ora fanno paura
Giancarlo Virgilio
loading...

A Mortegliano la pioggia e il vento delle ultime due settimane hanno spostato e rovinato i diversi teli stesi a protezione delle circa 1300 abitazioni danneggiate dalla grandinata del 24 luglio scorso.  

Solamente ieri, tre famiglie sono state evacuate e sistemate tra parenti e bed and breakfast a causa di ulteriori problemi alle tegole. Interventi strutturali che hanno richiesto lo sgombero e l’intervento dei vigili del fuoco.  

Ma se l’autunno fa paura, l’inverno rappresenta il vero spauracchio. Il nemico in agguato è rappresentato dalle gelate. La combinata di freddo e ghiaccio potrebbe infatti compromettere del tutto le protezioni in plastica sui tetti. A sottolinearlo è il sindaco Roberto Zuliani che invita la cittadinanza a provvedere – quanto prima – a posizionare la nuova guaina sulle coperture.
“Solamente una famiglia su tre ha provveduto ad eseguire i primi interventi”, sottolinea il primo cittadino, ben consapevole delle difficoltà nel trovare ditte disponibili e delle attese dei tempi di intervento.   

“Chi è in ritardo – ammonisce -, deve iniziare a sistemare quanto prima i tetti, altrimenti il rischio è di tornare alla situazione iniziale”. “I teli sono oramai consumati e anche i sacchi di sabbia si stanno rompendo. La responsabilità non è di nessuno – prosegue Zuliani -, ma stimo almeno 900 immobili senza nuova guaina, ovvero il primo e più importante degli interventi per non subire allagamenti durante l’inverno”. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia