Morto per accoltellamento: trovata la lama, fermato il giovane aggressore

Dopo le medicazioni, il minorenne è stato condotto in comunità
Redazione

Il giovane albanese, responsabile del fendente mortale affondato nel torace di un connazionale ieri pomeriggio nel quartiere San Domenico, è stato sottoposto a fermo dalla Polizia e condotto in una comunità.

Il minorenne al momento della colluttazione impugnava un normale coltello da cucina che aveva con sé. La Polizia ha ritrovato e sequestrato la lama, caduta poco distante dal luogo dove poi è stato ritrovato esanime il contendente; il manico, invece, era stato gettato in un cestino dell’area verde dove si è verificata la furia omicida. Il minorenne, straniero non accompagnato, da era ospite in una struttura di accoglienza di Udine.

La Squadra Mobile di Udine che conduce le indagini sta cercando di capire le motivazioni del diverbio poi trasformatosi in aggressione. I dissapori tra i due connazionali sarebbero infatti nati due giorni fa durante una partita a calcio giocata nella zona. Gli inquirenti sono inoltre in attesa dei risultati dell’autopsia per capire il numero delle coltellate inferte alla vittima. 

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia