Home / News / Nato a Udine il nuovo test Covid-19: tagliati costi e dimezzati i tempi

Nato a Udine il nuovo test Covid-19: tagliati costi e dimezzati i tempi

Lo chiamano il "Protocollo della Stefy'. Il metodo innovativo lo ha messo a punto la biologa Stefania Marzinotto e il team dell'Azienda sanitaria universitaria Friuli Centrale

test, tampone, covid-19, coronavirtus, protocollo

"Oggi siamo riusciti, con l'impegno di tutti, a mettere a punto il "protocollo della Stefy", rigorosamente fatto in casa, che ci ha permesso di bypassare la penuria mondiale di reattivi per l'estrazione degli acidi nucleici e di smaltire una tonnellata di campioni! I grandi risultati si ottengono grazie a una grande squadra. Grazie a tutti!". E' con questo messaggio e la fotocopertina pubblicata a corredo di questo articolo che è stato comunicato, almeno sui social, un grande successo che si è registrato nell'ospedale del capoluogo friulano. 

Tra i tanti dispositivi che in questo periodo di emergenza mancano ci sono anche quelli per fare i test per il Covid-19. Così, il team del laboratorio di analisi dell'Azienda sanitaria universitaria di Udine ha ideato un nuovo metodo per fare i tamponi, il 'protocollo della Stefy per l'appunto, che permette di sopperire alla carenza di kit e raddoppiare la capacità di individuare il Coronavirus.

"La scoperta della biologa Stefania Marzinotto ci fornisce uno strumento importante nel contrasto alla diffusione del Covid-19, garantendo la possibilità di eseguire i test nonostante la scarsità dei reagenti per i tamponi finora utilizzati. La Regione è quindi orgogliosa di questo risultato e non può che dimostrare apprezzamento e gratitudine all'equipe guidata dal professor Francesco Curcio e a tutti coloro che, lavorando senza sosta, hanno permesso di raggiungere questo risultato". Lo ha dichiarato il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, evidenziando l'importante obiettivo raggiunto con l'identificazione del metodo d'individuazione della positività al Coronavirus alternativo al tampone effettuato finora.

"Il risultato ottenuto è doppiamente importante perché permette anche di tagliare costi e tempi - ha spiegato Riccardi - e garantisce, quindi, nuove armi in una battaglia complessa, nella quale la capacità di approvvigionamento dei materiali, tra i test di positività al virus, gioca un ruolo chiave".

"È l'ennesima testimonianza della grande qualità del nostro sistema sanitario regionale". Così il gruppo consiliare Fvg del Movimento Cinque Stelle. "Ancora una volta - evidenziano i consiglieri regionali Ilaria Dal Zovo, Mauro Capozzella, Cristian Sergo e Andrea Ussai - emergono la dedizione e la professionalità degli operatori sanitari del Friuli Venezia Giulia, capaci di andare oltre il loro compito e trovare soluzioni a beneficio dell'intera comunità".

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori