Era accusato dell’omicidio stradale di Fabio Segato, assolto friulano di 94 anni

Due anni fa, a San Daniele, l'incidente mortale
Hubert Londero
loading...

Non fu lui a causare la morte di Fabio Segato, 43 anni di Portogruaro e collaudatore della Ducati, deceduto dua anni fa dopo un terribile incidente avvenuto a San Daniele. Renzo Bellomo, 94 anni rinviato a giudizio per omicidio stradale, è stato assolto dal giudice Roberto Pecile del Tribunale di Udine perché il fatto non costituisce reato.

L’incidente avvenne la mattina del 4 marzo 2021 a San Daniele, all’incrocio tra la Statale 463 e via Valeriana. L’anziano, che viaggiava verso Majano a bordo del suo suv, svoltò a sinistra per dirigersi verso Pignano. Proprio in quel momento sopraggiunse dalla direzione opposta la Ducati Diavel di Segato a una velocità di quasi 100 chilometri all’ora, il doppio del limite di velocità. Inevitabile l’impatto, che proiettò il motociclista sull’asfalto procurandogli gravi traumi celebrali. L’uomo morì 8 giorni dopo in ospedale a Udine dove era ricoverato.

Durante il dibattimento, il pm – pur riconoscendo il concorso di colpa di Segato – ha sostenuto che Bellomo non prestò la dovuta cautela, concludendo per la condanna a un anno di reclusione. Il difensore, l’avvocato Stefano Milillo, ha chiesto l’assoluzione, affermando che Bellomo non potè percepire l’arrivo del motociclista,  quel giorno impegnato in un collaudo, e che se la moto fosse andata a 50 o anche a 70 chilometri orari lo scontro si sarebbe evitato.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia