Home / News / Oppone resistenza: arrestato Ugo Rossi, 2 carabinieri contusi

Oppone resistenza: arrestato Ugo Rossi, 2 carabinieri contusi

Momenti concitati a Trieste. Malore per il candidato sindaco no vax del Movimento 3 V, poi finito ai domiciliari

Il candidato sindaco di Trieste del Movimento 3 V, Ugo Rossi, nel primo pomeriggio di oggi è stato arrestato dai carabinieri di Trieste per aver posto resistenza alle forze dell’ordine, procurando alcune lesioni a due militari.

Il fermo è avvenuto poco dopo le 12 di oggi, durante la ‘sortita’ che il no vax udinese stava tentando all’ufficio postale di via Raffaele Sanzio, in aiuto di due clienti che si erano presentate all'interno senza mascherina. Sul posto, chiamati dal direttore dello sportello, sono quindi giunti i militari dell'arma. Richiamato lui stesso dalle forze dell’ordine a indossare la mascherina, Rossi prima si è rifiutato di consegnare i suoi documenti, poi di terminare la diretta Facebook con la quale stava documentando il controllo.

Dopo alcuni minuti di ‘contrattazione’, con i carabinieri che tentavano di convincere il friulano ad indossare la protezione facciale e a fornire i documenti necessari per l’identificazione, gli animi hanno iniziato a scaldarsi, con Rossi che avrebbe colpito i militari con calci e pugni.

Per questo motivo, il friulano è stato caricato a fatica su una gazzella per essere trasportato alla caserma di via Hermet, dove è stato dichiarato in arresto per oltraggio e resistenza a Pubblico ufficiale e lesioni aggravate. La scena è stata filmata da un passante, Gabriele Scheriani, che ha fornito il video che vi proponiamo in alto in forma ridotta. Sul posto anche gli agenti della Polizia di Stato, chiamati dai sostenitori del candidato sindaco. 

Sia i due militari che lo stesso Rossi sono stati trasportati al pronto soccorso dell'ospedale Cattinara per accertamenti. Il candidato, al termine delle formalità di rito, ha infatti accusato un malore. Successivamente è stato accompagnato nella sua abitazione e posto ai domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste. 

Simpatizzanti e sostenitori di Ugo Rossi e della lista, si sono poi radunati sotto la caserma dei carabinieri per protestare contro l’arresto ritenuto illegittimo.

M5S FVG: “Solidarietà alle Forze dell’ordine per fatto accaduto a Trieste”

I deputati del MoVimento 5 Stelle, Sabrina De Carlo e Luca Sut, e i consiglieri regionali pentastellati Cristian Sergo, Ilaria Dal Zovo, Andrea Ussai e Mauro Capozzella, esprimono la propria solidarietà ai Carabinieri rimasti contusi, fortunatamente in maniera non grave, durante i disordini avvenuti oggi all’esterno dell' ufficio postale di Trieste.

“Non è accettabile che una persona, ancora di più se candidato a sindaco, si comporti in questo modo” continuano gli esponenti M5S.

“Atteggiamenti di questo tipo non fanno altro che mettere a repentaglio l’incolumità delle persone e aizzare le persone, il tutto a scopo meramente elettorale – conclude la nota -. Chi si propone a guidare una città dovrebbe mantenere un comportamento responsabile, invece di autoproclamarsi capo popolo a favore di videocamera e dei social”.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori