Opposizioni contro Bini: conflitto di interesse evidente

Le opposizioni in consiglio regionale tornano all’attacco contro l’assessore Sergio Emidio Bini e rilanciano sul conflitto di interesse tra Euro&Promos e il suo ruolo all’interno della Giunta.
Andrea Pierini
loading...

Sia il presidente a valutare la posizione dell’assessore Sergio Emidio Bini e assuma le azioni necessarie per superare un evidente conflitto di interessi. Le opposizioni compatte con il Partito democratico, Patto per l’autonomia, Civica Fvg e Movimento 5 stelle hanno depositato una mozione per chiedere al governatore Massimiliano Fedriga di intervenire dopo le polemiche che hanno investito Bini che oltre al ruolo di assessore figura come socio al 40% e dirigente, pur senza incarichi, di Euro&Promos spa, società che – sempre secondo le opposizioni – partecipa in maniera indiretta, attraverso una cooperativa, a gare di appalto di enti controllati dalla Regione: come Arpa, Asfo o Cro e questo senza entrare nelle decine di affidamenti del sistema pubblico del territorio.
Il tema era già stato portato all’attenzione del Consiglio ma, nel corso delle commissioni, era stato detto che si era trattato di un caso di omonimia tra la Spa e la cooperativa, oggi questo tema è stato liquidato come una bugia in quanto la Spa indica la cooperativa come parte del network e dai bilanci emerge come siano state versare ingenti risorse e garanzie di patronage. Tutti dati pubblici hanno aggiunto le opposizioni nel corso di un incontro con la stampa a cui hanno preso parte anche Open Fvg e Alleanza Verdi e Sinistra. Qua, è stato ribadito, non esprimiamo un giudizio politico ma evidenziamo il conflitto sia anche sotto il profilo della opportunità. La giunta regionale e l’assessore Bini al momento hanno preferito non replicare.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia