Home / News / Palmanova-Manzano, una pista ciclabile dal ponte sul Torre a quello sul Natisone

Palmanova-Manzano, una pista ciclabile dal ponte sul Torre a quello sul Natisone

Prende forma il progetto. Diverse le novità dopo vent'anni di discussioni per mettere in sicurezza il percorso

Palmanova, Manzano, San Giovanni al Natisone, palmarina, pista ciclabile, rotonda

Giovedì si è tenuto un incontro con i tecnici delegati alla realizzazione del progetto definitivo della Palmanova - Manzano. L’opera, divisa in due lotti, costerà complessivamente 65 milioni di euro, e sarà finanziata dal Ministero delle infrastrutture. 

Come riferito dal sindaco di San Giovanni al Natisone Carlo Pali, è stato condiviso il piano che prevede la realizzazione di una ciclabile continuativa dal ponte sul Torre al ponte sul Natisone, marciapiedi lungo la Palmarina nelle zone urbane di Medeuzza e San Giovanni, marciapiedi lungo la zona urbana della SR56, la realizzazione di una bretella di collegamento tra via Casali e la SR56, la realizzazione di una nuova rotonda alla Brava, e una nuova rotonda in ingresso a Medeuzza. Sarà inoltre spostata la rotonda del Despar che sarà messa in asse con la strada.

“È dal 2004 che si parla di questa strada - ha spiegato sindaco -, finalmente è stato approvato il progetto definitivo per la messa in sicurezza dell’arteria attuale e la realizzazione di una più veloce”. Per quanto riguarda i lavori fermi per il nuovo ponte di Viscone, Pali si augura che il cantiere possa riprendere nel minor tempo possibile.

Si metterà in sicurezza le aree urbane di Medeuzza e San Giovanni attraversare dalle strade regionali.

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati

News

Contro l'invasione di migranti, irruzione di CasaPound in Consiglio regionale: IL VIDEO

Dopo i finti cartelloni stradali affissi ieri alle porte di diversi paesi, i militanti della tartaruga frecciata sono entrati in aula muniti di bandiere tricolori e megafono: "Questo è il frutto della vostra inettitudine"

TOP 5

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori