Personale non in regola e scarsa sicurezza, sospesi tre cantieri edili

Sanzionate anche tre aziende agricole
Redazione

Gli ultimi controlli svolti dai Carabinieri del NIL (Nucleo Ispettorato del Lavoro) in provincia di Udine hanno consentito di individuare inadempienze in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro quali la mancata redazione del la mancata formazione in materia di sicurezza dei lavoratori, l’omessa nomina dell’RSPP, l’antincendio e il primo soccorso, la sorveglianza sanitaria, e la presenza di manodopera in nero. Nel corso dei controlli sono stati ispezionati 3 cantieri per un totale di 5 ditte edili,  e 4 aziende agricole individuate a seguito di attività info-operativa sequenziale all’analisi di dati provenienti dall’Arma territoriale, dai Nuclei Carabinieri Ispettorato del Lavoro e dall’esame di banche dati, risultati non conformiSono state sospese le attività di 3 cantieri edili per gravi violazioni della sicurezza e lavoro nero. Complessivamente sono state irrogate sanzioni per oltre 150.000 euro.

I dettagli:

Sanzioni per oltre 40.000 euro in un cantiere edile (4 lavoratori in nero). Si tratta di un cantiere edile ubicato in Lignano Sabbiadoro all’interno del quale è stata riscontrata, nei confronti di una ditta impegnata in operazioni di posa del cartongesso, la presenza di due lavoratori in nero e la mancata effettuazione della visita medica di idoneità dei lavoratori; nei confronti di un artigiano piastrellista è stata riscontrata la presenza di due lavoratori in nero e la mancata effettuazione della visita medica di idoneità alla mansione.

E’ stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale per lavoro nero. Sanzioni per oltre 15.000 euro in un cantiere edile. Si tratta di un cantiere edile ubicato in Mortegliano all’interno del quale è stata riscontrata, nei confronti di un artigiano edile impegnato in operazioni di posa delle grondaie, violazioni in materia di sicurezza riguardanti idonee protezioni per evitare la caduta dall’alto; nei confronti di una società impegnata in lavorazioni di ripristino del tetto è stata riscontrata che la stessa impiegava un lavoratore nella manovra della piattaforma elevatrice senza adeguata formazione specifica in materia. E’ stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale per gravi violazioni sulla sicurezza

Sanzioni per oltre 40.000 euro in un cantiere edile. Si tratta di un cantiere edile ubicato in Fagagna all’interno del quale è stata riscontrata, nei confronti di un artigiano edile impegnato in operazioni di ripristino del tetto, l’impiego in nero di tre lavoratori su tre impiegati e la mancata effettuazione della visita medica di idoneità alla mansione. E’ stata disposta la sospensione dell’attività imprenditoriale per lavoro nero

Sanzioni per oltre 20.000 euro nel settore dell’agricoltura in Bicinicco (UD). Si tratta di 1 azienda dedicata all’attività di supporto all’agricoltura, per sono state riscontrate,  violazioni in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro quali la mancata nomina dell’RSPP, dell’addetto antincendio e primo soccorso,  inoltre il titolare veniva sanzionato per aver effettuato pagamenti in contranti e per aver compilato il libro unico con dati infedeli

Sanzioni per circa 50.000 euro ad aziende agricole a Rivignano (UD). Si tratta di due aziende dedicate all’attività di supporto all’agricoltura operanti entrambe in un vigneto nei cui confronti sono state riscontrate le seguenti violazioni: non aver fatto sottoporre i lavoratori a visita medica preventiva, non aver assicurato ai lavoratori un’adeguata formazione per la sicurezza, per non aver designato l’addetto al primo soccorso e antincendio

Sanzioni per circa 20.000 euro ad un’azienda agricola a Cividale del Friuli (UD). Si tratta di un’azienda agricola impegnata in attività di supporto all’agricoltura che non ha sottoposto a visita medica preventiva i lavoratori

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia