Nuovo piano Emergenza/Urgenza. Protesta sotto la Regione dei sindacati di Asugi

Prevede la reazione di una centrale 116117 e la creazione di un’auto con infermiere per le emergenze minori
Andrea Pierini
loading...

Un punto di governo unico in grado di assumere decisioni e costituito a livello interaziendale in Arcs, una centrale unica per le emergenze, quella già esistente a Palmanova, e la centrale per le non urgenze 116117 a Trieste. In III commissione del consiglio regionale, guidata da Carlo Bolzonello, e alla presenza di Amato De Monte, direttore della Sores e dell’assessore alla salute Riccardo Riccardi, è stato presentato e approvato, con i voti della sola maggioranza e il Pd e i 5 stelle che hanno lasciato l’aula, il piano dell’emergenza urgenze.

Il documento prevede interventi importanti sotto il profilo tecnologico e poi la a riorganizzazione del sistema deputato al soccorso territoriale, ricondotto a una regia unica affidata ad Arcs, con le implementazione delle competenze del personale di soccorso. In arrivo anche l’auto con l’infermiere che si affiancherà a quella del medico, questo per snellire il grande numero di telefonate, circa la metà, che sono codici bianchi o verdi che come per i pronto soccorso restano una criticità importante del sistema. Il documento poi chiede altri sei mesi per stabilire ad esempio la collocazione sul territorio dei mezzi di soccorso.

Dalle opposizioni è arrivata l’accusa di aver fatto promesse già cinque anni fa, mai mantenute, e di aver presentato un piano incompleto che non dà risposte ad esempio su come trovare il personale che manca. Riccardi ha replicato che sulle due centrali c’è stata un discussione molto approfondita a cura dei tecnici, la scelta di Trieste per la centrale 116117 è legata alla necessità di avere un backup sul territorio regionale e proprio in via Farneto a Trieste c’è un know how specifico già esistente a differenza di Pordenone. In mattinata Cgil, Cisl e Fials ha tenuto un presidio davanti al consiglio per chiedere risposte in particolare nell’area di Asugi dove manca personale e dove alcuni servizi non hanno personale. I sindacati sono stati ricevuti da alcuni consiglieri di opposizione.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia