Piano Msc per Wartsila: 100 milioni di investimento e operatività nel 2027

Nessun esubero ma una crescita di 100 unità di occupati. Previsto un percorso di cassa integrazione ma viene garantita la piena occupazione per tutti i lavoratori.
Andrea Pierini

100 milioni di investimento, nessun esubero e la piena produzione nel terzo trimestre 2027. È questo in estrema sintesi il piano di Msc presentato ai sindacati per lo stabilimento di San Dorligo che verrà acquisito da Wartsila che ne aveva annunciato la dimissione. Nel dettaglio il passaggio di proprietà dovrebbe avvenire ad agosto con l’avvio della cassa integrazione per i 300 lavoratori diretti che via via torneranno operativi. Nel 2025 la partenza dei lavori di ristrutturazione del sito e l’ottenimento delle certificazioni per la produzione di massa. Nel 2026 è previsto l’inizio dell’attività di formazione ‘on the job’ e l’incremento dell’attività produttiva. Nel terzo trimestre 2027, secondo calendario, si andrà a pieno regime per produzione e manutenzioni. Tre le attività previste tutte legate al comparto ferroviario: produzione di mille carri, produzione di 3 mila carrelli e la linea di manutenzione. A livello di forza lavoro, spiegano i sindacati, verranno trasferiti i circa 300 dipendenti di Wartsila oggetto di esubero: saranno inseriti gradualmente nei 36 mesi di cassa integrazione che accompagnerà il piano industriale. La politica sta lavorando per le questioni relative al punto franco e al raccordo ferroviario. Il segretario territoriale della Uilm, Antonio Rodà e quello territoriale della Fim, Alessandro Gavagnin, hanno spiegato oltre al reimpiego dei 300 lavoratori ulteriori 100 addetti potrebbero aggiungersi per l’attività di manutenzione e l’attività logistica. All’incontro era presente anche la Fiom e per arrivare a un accordo sindacale bisognerà attendere che vadano a buon fine le interlocuzioni istituzionali tra Msc e le istituzioni.

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia