Piano straordinario per favorire il riassetto economico della Cantina di Rauscedo

Rifinanziamento del Fondo di rotazione in agricoltura da 10 milioni di euro
Daniele Micheluz
loading...

Dalla Regione, grazie al rifinanziamento del Fondo di rotazione in agricoltura da 10 milioni di euro, arrivano segnali confortanti per il futuro della Cantina di Rauscedo, finita nelle bufera dopo le perquisizioni e i sequestri a inizio anno e il rinnovo totale dei vertici. Il piano straordinario di interventi proposto dalla Giunta Fedriga, per favorire il riassetto economico e finanziario anche in termini di ricaduta indotta, di competitività e reddittività della realtà di San Giorgio della Richinvelda e delle 400 imprese socie prevede un finanziamento fino a 4 milioni di euro per l’anticipazione del valore commerciale dei prodotti agricoli e fino a 4 milioni di euro per il rafforzamento a lungo termine della struttura finanziaria delle aziende socie. E’ prevista inoltre una posticipazione fino al 2022 delle rate in scadenza per i prossimi 14 mesi, dei piani di ammortamento dei finanziamenti erogati, in accordo con le banche creditrici.Questo quanto contenuto nel disegno di legge 62, che prevede un apposito articolo dedicato alla Cantina di Rauscedo, e che sarà portato in consiglio regionale nella seduta di martedì 22 ottobre. “La Giunta ha mantenuto l’impegno assunto”, sottolinea il consigliere regionale, Emanuele Zanon di Progetto FVG, già firmatario lo scorso agosto di un’interrogazione con la quale chiedeva un intervento urgente della Regione “Si è intrapresa la strada giusta, utilizzando a favore della Cantina di Rauscedo e dei suoi soci una quota del Fondo di rotazione regionale, per la concessione di finanziamenti agevolati a sostegno delle esigenze di liquidità connesse all’attività”, rimarca Zanon. A proporre l’utilizzo delle risorse del fondo piuttosto che uno stanziamento specifico nel bilancio regionale era stato proprio il gruppo di Progetto FVG che ora rinnova all’amministrazione regionale l’invito a istituire un tavolo condiviso con le varie direzioni regionali interessate – agricoltura, attività produttive e lavoro – per creare in tempi brevi un pacchetto d’interventi da mettere in atto per garantire il futuro della Cantina di Rauscedo e dei suoi soci. Come aveva già avuto modo di evidenziare l’assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Stefano Zannier “il piano mira a consentire alla Cantina di proseguire l’attività senza traumi e di ripianare su base pluriennale una difficoltà finanziaria dovuta alla perdita secca di un’annualità e non già alla capacità della Cooperativa di generare reddito e valore”.

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia