Pirone: «Il Comune di Udine dichiari lo stato di emergenza climatica»

Mozione del capogruppo di Innovare affinché il consiglio comunale segua l'esempio di altre amministrazioni d'Italia
Redazione

Questa la mozione presentata dal consigliere e capogruppo di Innovare, Federico Pirone, affinché il consiglio comunale di Udine dichiari, come altri in Italia ed in Europa (tra cui Milano), lo stato di emergenza climatica.

Il comune di Udine si unisca a Regno Unito, Irlanda e quasi 500 consigli comunali in Italia (tra i primi quello di Milano), Australia, Canada, Stati Uniti, Svizzera e Gran Bretagna, che hanno già dichiarato lo stato di emergenza climatica, come richiesto anche da FridaysforFuture, impegnandosi davanti ai cittadini a ridurre le emissioni di gas serra, a volte anche in tempi più brevi rispetto ai termini previsti negli Accordi di Parigi. L’accordo di Parigi del 2015 sul clima, sottoscritto da 192 nazioni tra cui l’Italia, impegna anche gli enti territoriali a fare la propria parte poichè si stima che senza azioni immediate, concrete e risolutive, le emissioni di CO2 e degli altri gas climalteranti provocheranno un aumento della temperatura globale superiore ai 3 gradi centigradi entro il 2100, con effetti devastanti sulle ecosistema terrestre e sulla specie umana. La mozione, sottoscritta anche dai capigruppo Venanzi (Pd) e Patti (SiAmo Ud con Martines),impegna il sindaco a farsi inoltre parte attiva presso il Governo e la Regione perché prendano provvedimenti analoghi.

Il comune di Udine già dal 2009, con voto unanime del Consiglio comunale, ha aderito al Patto dei Sindaci e successivamente ha elaborato il Piano d’Azione per l’Energia sostenibile – P.A.E.S. – un documento che individua le azioni da attuare sul patrimonio dell’Amministrazione e sul territorio comunale per permettere di raggiungere nel 2020 l’obiettivo 20-20-20. Negli scorsi mesi il comune di Udine ha opportunamente dedicato la seduta della commissione “Territorio e Ambiente” del 16 maggio u.s. al tema del cambiamento climatico, con la partecipazione del locale gruppo di FridaysforFuture, una rappresentanza del quale ricevuta qualche settimana prima dal sindaco Fontanini e dagli assessori Olivotto e Ciani: il cambiamento climatico è la sfida chiave del nostro tempo e riguarda tutti. Èfondamentale ora che si prosegua su questa strada, auspicando un segnale di profonda unità da parte di tutto il consiglio comunale. 

Potrebbe interessarti anche

@2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306
La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978

Powered by Rubidia