Dal Pnrr 37 mln a FVG per ridurre perdite idriche

Presentati i progetti dei sette gestori per aumentare la resilienza delle reti

Presentati i progetti dei sette gestori per aumentare la resilienza delle reti

Redazione
Irrigazione campi acqua siccità

Realizzare con il Master Plan Acquedotti opere di interconnessione idraulica tra i sette gestori del ciclo intergrato dell’acqua in Fvg per aumentare il grado di resilienza delle reti a fronte della crescente carenza idrica, e digitalizzare le reti idriche con il progetto Smart Water Management, sostenuto dal Pnrr con 37 mln di euro, con l’aggiunta di altri 10 mln degli stessi gestori.

Sono gli obiettivi condivisi per diminuire le perdite idriche da tutti i gestori idrici del territorio della regione: Cafc, Livenza Tagliamento Acque, HydroGEA, AcegasApsAmga, Irisacqua, Acquedotto Poiana e Acquedotto del Carso, uniti nella rete di imprese “Smart Water Management Fvg”. I progetti comuni sono stati illustrati oggi nella sede del Cafc nel convegno “L’acqua che verrà”.

“Il clima sta cambiando e influenzerà sempre più la disponibilità di acqua”, ha detto il presidente del Cafc, Salvatore Benigno.

“In occasione della prossima “Giornata mondiale dell’acqua” – ha aggiunto – è prioritario affrontare le sfide dei cambiamenti climatici gestendo al meglio le risorse idriche”.

Al convegno, durante il quale è stato presentato anche il “Manifesto delle buone pratiche” per il risparmio idrico, sono intervenuti Renato Colucci, glaciologo e ricercatore Cnr dell’istituto Scienze Polari, e Vincenzo Bixio, docente del Dipartimento Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Padova.

Colucci ha riferito a margine “che in Fvg i corpi glaciali, dopo essersi ridotti notevolmente, si sono negli ultimi anni stabilizzati e questo è un caso unico nell’arco alpino”.

Bixio ha illustrato uno studio, condotto in collaborazione con i gestori, sull’evolversi delle precipitazioni di forte intensità in regione. “La conoscenza puntuale della loro distribuzione nelle singole località – ha spiegato – può offrire dati utili per progettare opere idrauliche adeguate all’evolversi del clima”.In rappresentanza dello Smart Water Management Fvg, è intervenuto Roberto Gasparetto, ad di AcegasApsAmga. “Grazie a questo progetto presentato per il Pnrr da Ausir Fvg e aggiudicatosi un finanziamento di 37,4 mln – ha detto – si prevede di diminuire del 13% le perdite idriche nella rete regionale”.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia