In poltrona per strada a Cavazzo, l’sos del sindaco sui minori stranieri

Il gruppo di ospiti si è reso protagonista di episodi di microcriminalità. I minori erano stati trasferiti da Udine novembre e la prossima settimana saranno spostati in altre strutture
Alexis Sabot
loading...

Si siede con la fascia tricolore davanti all’ex albergo Olivo, il sindaco di Cavazzo Carnico, Gianni Borghi. In protesta contro una comunità per minori stranieri non accompagnati che si è insediata in pieno centro il 20 novembre scorso, all’improvviso, quando da Udine sono stati trasferiti alcuni ragazzi a seguito di una emergenza del capoluogo friulano.

Il ricorso alla struttura di Cavazzo è stata una scelta del tutto emergenziale che si conferma temporanea” spiega l’Assessore all’Equità Sociale del Comune di Udine Stefano Gasparin. “Siamo al lavoro da tempo per trovare delle soluzioni a lungo termine per gestire i costanti arrivi di minori nel nostro territorio. La prossima settimana saranno trasferiti dall’ex albergo Olivo di Cavazzo Carnico in altre strutture.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia