Pordenone, la città è un cantiere da 120 milioni

Inevitabili i disagi per la cittadinanza, ma il sindaco Ciriani sottolinea che sta nascendo la città del futuro
Daniele Micheluz
loading...

Pordenone è sempre più un cantiere. In corso la riqualificazione di scuole, edifici abbandonati, strade. Tutte opere avviate grazie a finanziamenti pubblici, Pnrr e non solo.  “Accanto al Pnrr che ha dato una spinta fondamentale – spiega il sindaco Alessandro Ciriani – abbiamo voluto andare a caccia di tutte le opportunità finanziarie che venivano messe a disposizione dallo Stato centrale, dalla Regione e dall’Europa. Così facendo abbiamo raccolto 120 milioni di euro, al netto dei finanziamenti ordinari, che andranno messi a terra. In passato quei soldi sarebbero potuti restare nei cassetti dei Comuni in attesa di idee su come investirli, ma oggi le cose sono cambiate. È necessario infatti avere dei progetti precisi e realizzare le opere entro un termine temporale ben definito. Ecco perché partiranno così tanti cantieri, anche simultaneamente”.

Molti cantieri significano anche disagi, ma il sindaco invita la cittadinanza ad avere pazienza. “E’ inevitabile creare dei disagi – va avanti Ciriani – ma è certo che l’effetto finale porterà ad avere scuole nuove per bimbi e ragazzini, una nuova casa di riposo e un nuovo centro anziani, un sistema universitario con delle sedi all’avanguardia e tantissimi altri progetti”. 

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia