Posizionata nuova passerella ciclopedonale a Monfalcone

I lavori nella zona Anconetta sono costati 42 mila euro
Redazione

La pista ciclabile che corre lungo il canale de Dottori e via Pacinotti sono nuovamente unite. Dopo una considerevole attesa, è stata infatti posizionata in zona Anconetta la nuova passerella ciclo pedonale: i lavori sono costati al Comune di Monfalcone 42mila euro e sono stati eseguiti con tutti gli accorgimenti necessari a evitare problemi statici, riutilizzando le doghe in plastica del manufatto precedente.

Il sindaco, Anna Maria Cisint, ha assistito alle operazioni di posizionamento, insieme al personale del servizio opere pubbliche e valorizzazione patrimonio immobiliare del Comune. “Finalmente si riuniscono due lembi di Monfalcone. Per le caratteristiche scelte, il nuovo ponticello non subirà come quello precedente i problemi statici e di usura”, ha commentato il primo cittadino, facendo riferimento al fatto che la nuova passerella, lunga 15 metri, è in acciaio e non in legno lamellare come quella precedente, che si era deteriorata e che aveva rivelato dei problemi di staticità tanto da richiedere la chiusura nell’estate nel 2018. Per evitare di intervenire sulle fondazioni, è stato fatto in modo di rendere il ponticello il più leggero possibile, riutilizzando anche le doghe in plastica riciclata di quello precedente. Successivamente il sindaco ha effettuato un sopralluogo alla stazione ferroviaria, che sarà oggetto di una serie di migliorie per essere più accogliente e funzionale.

“Scriveremo una lettera all’Apt per chiedere il posizionamento di fronte alla stazione di una pensilina per chi attende l’autobus. Inoltre invieremo una lettera a RFI, Rete Ferroviaria Italiana, per chiedere un sopralluogo congiunto e alcuni interventi in aggiunta a quelli attuali, volti all’abbattimento delle barriere architettoniche. I treni da e per Trieste passano tutti per Monfalcone e la stazione rappresenta per noi un importante biglietto da visita”, ha commentato il primo cittadino. Il Comune provvederà al rifacimento del marciapiede della piazza antistante alla stazione e alla sistemazione della segnaletica e delle aiuole, ma altri lavori, come quelli sulle facciate e sull’aspetto generale della stazione, spettano a Rfi.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia