Home / News / Presepi Fvg: in mostra più di 50 Natività d'autore

Presepi Fvg: in mostra più di 50 Natività d'autore

L'esposizione prenderà il via domani nella chiesa di Sant'Antonio Abate a Udine. Zanin: "Difendere le radici dell'identità cristiana"

Un forte richiamo alla difesa del Natale e dell'identità cristiana, a pochi giorni dalle contestate linee guida della Commissione europea, è venuto oggi dal presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, e dall'assessore regionale al Turismo, Sergio Emidio Bini, nel corso della presentazione di Presepi Fvg, il contenitore di eventi realizzato dalle Pro loco regionali con il supporto delle istituzioni, che prenderà il via domani mettendo in mostra più di cinquanta Natività d'autore nella chiesa di Sant'Antonio Abate in piazza Patriarcato a Udine.

"Nei giorni scorsi ero a Bruxelles per partecipare all'attività del Comitato delle Regioni - ha raccontato Zanin - e passeggiando di sera nella Grand place ho potuto ammirare un enorme presepio. Proprio nella città dove qualche giorno prima un funzionario fin troppo zelante, senza capire quel che stava dicendo e senza conoscere la cultura giudaico-cristiana che è alla base della nostra civiltà, aveva raccomandato di non citare il Natale nei documenti istituzionali, campeggiava uno dei simboli più importanti della cristianità. Per fortuna la realtà è più forte della stupidità, tanto che chi aveva diffuso quella comunicazione ha dovuto fare marcia indietro".

"Ribadire le radici della nostra identità - ha detto ancora il presidente dell'Assemblea legislativa regionale - non significa stare fermi ma stare saldi, guardando al futuro a partire dai nostri valori. Altrimenti rischiamo di diventare uno, nessuno centomila come scriveva Pirandello".

"È assurda la timidezza verso parole come Natale - ha ribadito l'assessore Bini - : dobbiamo avere il coraggio di dire con forza che il Natale è il Natale, il Crocifisso è il Crocifisso, di celebrare i riti della fede cristiana e di definire la famiglia come papà, mamma e figli". La Regione è da sempre vicina all'iniziativa delle Pro loco e anche quest'anno ospiterà alcuni dei presepi in mostra nella sede del Consiglio regionale e della Giunta a Trieste. "È anche un modo per ringraziare le Pro loco - ha sottolineato ancora Bini - per l'aiuto donato senza chiedere nulla in cambio da centinaia di volontari durante il periodo della pandemia, con la spesa portata a domicilio ad anziani e famiglie".

Anche Zanin ha voluto ringraziare il presidente delle Pro loco regionali Valter Pezzarini "che è riuscito a organizzare di nuovo la mostra e il Giro presepi dopo lo stop dell'anno scorso, regalandoci una opportunità di relazione così preziosa in questo periodo. C'è molta arte, e non soltanto del buon artigianato, nei presepi che visiteremo: ammirandoli possiamo scoprire una grande ricchezza creativa, e chi come me è credente vi vede una scintilla che arriva da qualche altra parte".

Pezzarini ha spiegato che quest'anno la mostra - visitabile gratuitamente, con Green pass, da domani in orario 15-19 e nei giorni festivi anche dalle 10 alle 13 - è arricchita dalle opere concesse dagli artisti friulani Gianni Borta, Arrigo Buttazzoni, Giorgio Celiberti, Giordano Floreancig, Renato Picilli e Silvano Spessot. Altre due Natività rappresenteranno il Fvg alla fiera di Milano Rho-Pero, in collaborazione con PromoTurismoFvg.

Accanto alla Mostra, il comitato regionale dell'Unione Pro loco (Unpli) ripropone anche il GiroPresepi Fvg, giunto alla 18. edizione, che mette in mostra quasi duemila Natività realizzate in 78 diverse località della regione, con importanti new entry come Sappada, Latisana, Flumignano di Talmassons, Pozzo di Pasiano di Pordenone e Bannia di Fiume Veneto. Il rinnovato sito web presepifvg.it propone una mappa georeferenziata con le informazioni essenziali per i visitatori. Che sono sempre di più, come ha ricordato Sergio Paroni in rappresentanza di Civibank, partner dell'iniziativa assieme a Comune di Udine (rappresentato oggi dall'assessore al Turismo, Maurizio Franz), Società Filologica Friulana (era presente il direttore Feliciano Medeot), Museo Diocesano di Udine, Presepisti Friulani (con Claudio De Lucchi), il quotidiano Messaggero Veneto e il settimanale Il Friuli che è media partner con Telefriuli e Radio Punto Zero.

Storica anche la partnership con Fondazione Friuli: "Quello dei presepi - ha detto il presidente Giuseppe Morandini - è un messaggio simbolico e operativo alto, che guarda al futuro immediato: in questo Natale in modo particolare abbiamo bisogno di unità e di sinergia".

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale? Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.
Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre.

Articoli correlati
Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori