Presi due ladri di biciclette a Udine

I mezzi, di ingente valore, erano posteggiati all’interno di un garage di via Piutti
Redazione
Polizia Volante

La Polizia di Stato di Udine, nella notte di venerdì 07 giugno, ha deferito all’Autorità Giudiziaria due soggetti residenti in questo capoluogo, l’uno di nazionalità bengalese e l’altro cittadino italiano, gravemente indiziati di essere gli autori del furto di due velocipedi di ingente valore trafugati da un’autorimessa di via Piutti. 

Sulla scorta delle segnalazioni fornite da alcuni cittadini che avevano udito degli insoliti rumori provenire, nel bel mezzo della notte, dal retro della chiesa di S. Pio X° ed avevano perciò allertato le Forze di polizia tramite il N.U.E. 112, gli Agenti della Squadra Volante della Questura di Udine intervenivano prontamente in questa via Mistruzzi ove intercettavano due soggetti che armeggiavano nell’evidente tentativo di manomettere il lucchetto che bloccava una delle ruote di una e-bike. 

All’atto del controllo ed identificazione dei due uomini, gli operanti rivenivano un ulteriore velocipede di particolare pregio in loro possesso, della cui provenienza e proprietà i predetti non fornivano, però, credibili spiegazioni. Entrambi venivano, perciò, condotti presso gli Uffici della Questura per procedere alla loro identificazione tramite foto-segnalamento e per lo svolgimento di approfondimenti investigativi in ordine alle condotte loro ascrivibili.   Nell’ambito dell’attività investigativa di seguito compiuta da questi Uffici emergevano a carico dei due uomini – già peraltro gravati da numerosi precedenti per reati di tipo predatorio – gravi indizi in ordine alla provenienza furtiva di entrambi i velocipedi, che venivano perciò sottoposti a sequestro probatorio, in attesa della successiva restituzione al proprietario. La documentazione video-fotografica prodotta da quest’ultimo in sede di formalizzazione della denuncia-querela consentiva, altresì, di appurare che i due uomini, in quelle medesime circostanze, si trovavano in possesso di una terza bicicletta – anch’essa di ingente valore – successivamente risultata oggetto di furto e rinvenuta nei pressi di un esercizio pubblico di viale Palmanova. 

Stanti i gravi indizi di reità emersi a carico dei due uomini, essi venivano perciò deferiti all’Autorità Giudiziaria in stato d’arresto per il reato di furto in abitazione. Nella mattinata odierna, in sede di convalida del loro arresto, il G.I.P. disponeva nei loro confronti la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti anche

©2022 TELEFRIULI. Tutti i diritti riservati | P. IVA 01313840306. La testata Telefriuli è registrata al Tribunale di Udine, n° 414/78 il 21.02.1978
Powered by Rubidia